"7° PREMIO DELLA STAMPA L’ORCIOLO D’ORO 2016"

Il 21 maggio è stato assegnato il Premio della Stampa, una delle emanazioni dell'Orciolo d'Oro, il più antico concorso in fatto di oli extravergine d'oliva di alto profilo, che abbraccia diverse sezioni. Una giuria di giornalisti del food di importanti testate nazionali e non composta da Daniela Capogna (Olivatessen Magazines by Mercacei), Luigi Diotallevi (Il Resto del Carlino), Antonella Lippo (Corriere del Mezzogiorno), Mara Nocilla (Gambero Rosso), Claudio Salvi (Il Messaggero, Pesaro), ha scelto da un bel ventaglio di oli evo arrivati in finale nel corso delle varie classi del concorso.

La degustazione, ovviamente alla cieca, è avvenuta nella sede dell’Enohobby Club a Gradara, a pochi metri dal castello legato all'amore di Paolo e Francesca, al termine della quale sono stati selezionati i tre oli vincitori della 7ª edizione del Premio della Stampa:

il Valle del Belice “Fiori Chiari” dell'azienda agricola Lombardo di Campobello di Mazara (TP) per il fruttato leggero;

“Sandro Di Giacomo” dell'azienda Sandro Di Giacomo a Pianella (PE) per il fruttato medio;

il monocultivar di tenera ascolana dell'azienda Saladini Pilastri di Spinetoli (AP) per il fruttato intenso.

Il fruttato delicato siciliano ha conquistato per le sensazioni fresche e gentili di vegetali a foglia verde (bieta, cicoria) appena cotte, il fruttato medio abruzzese per la complessità, le sensazioni erbacee vivaci e giovanili, l'amaro e piccante esuberanti, il fruttato intenso marchigiano da tenera ascolana per il grande equilibrio giocato su amaro e piccante potenti, sentori di pomodoro appena staccato dalla pianta e note erbacee freschissime che richiamano la tarda primavera e l'inizio dell'estate: una brezza di gioia di vivere